L’energia idroelettrica

L’acqua, insieme al vento e al sole, è una delle principali fonti rinnovabili dalle quali è possibile ricavare energia pulita al 100%.
Come si produce l’energia idroelettrica?
L'energia idraulica è una energia da fonte alternativa e rinnovabile, che utilizza l'energia potenziale di gravità posseduta da una certa massa d'acqua ad una certa quota altimetrica, disponibile in un bacino/serbatoio, attraverso trasformazioni successive in:
energia di pressione, il cui valore aumenta nella condotta forzata di collegamento tra il bacino/serbatoio e la turbina, in funzione del valore del dislivello esistente;
energia cinetica o di velocità, posseduta dalla particella d’acqua, quando fuoriesce libera al fondo della condotta forzata in pressione;
energia meccanica di rotazione, risultante dal lavoro svolto dalla pressione e/o dalla velocità dell’acqua sulla girante della turbina;
energia elettrica, risultante dalla rotazione della parte elettromagnetica, trascinata dalla turbina, all’interno dell’alternatore.
L’energia idroelettrica viene prelevata dal corso di fiumi e dai laghi, grazie alla costruzione di opportuni sbarramenti o dighe e poi attraverso canali e condotte forzate portata fino alle centrali di produzione.
Le centrali alimentate con l’acqua prelevata direttamente dai fiumi, sono definite “ad acqua fluente” e trasformano la quantità di energia dell’acqua disponibile in quel momento, in un quantità di energia elettrica che deve essere immessa nella rete di trasporto e di distribuzione, per essere utilizzata immediatamente, perché l’energia elettrica (in forma alternata), purtroppo, non può essere immagazzinata.
Leggi tutto