La centrale di Chavonne, non infossata vicino al fiume, come ci si aspetta, ma a mezza costa per poter scaricare le acque turbinate nel canale derivatore della centrale di Grand-Eyvia, a benefcio di quest'ultima e dell'impianto di Aymavilles.
Le centrali di Chavonne, Champagne 1, Champagne 2, Grand-Eyvia e Aymavilles, tra loro idraulicamente collegate, fino agli anni ‘90 alimentavano, attraverso una propria rete elettrica a 50 kV, gli stabilimenti “Cogne” di Aosta, della stessa proprietà.
La centrale di Chavonne deriva le acque dalla Grand Eyvia, alle quali si aggiunge il Nomenon e, successivamente, attraverso una lunga galleria, anche quelle della vallata laterale del Savara.


Comune:
Villeneuve (AO)

Quota:
675 m.slm

Entrata in esercizio:
anno 1922

Bacino imbrifero:
362 km2

Asta idraulica:
torrente Grand Eyvia

Opera di presa:
torrente Grand Eyvia e Savara

Canale di derivatore:
a pelo libero

Lunghezza:
11 Km

Gruppi:
n. 5 con turbina Pelton

Salto di concessione:
584 m

Portata:
8 m/s

Potenza:
27 MW