Le opere di derivazione del salto Cignana, nei lavori di rifacimento dell’impianto, sono state radicalmente modificate con la costruzione di una galleria di collegamento diretto tra la centrale e la diga, nella quale è stata posata, oltre alla condotta forzata, anche un piano inclinato abilitato al trasporto persone, che consente un comodo trasporto del personale del presidio continuo della diga e dei materiali necessari.
Lo scavo della galleria ha consentito l’esecuzione di tutti i lavori della stessa e la posa della condotta forzata, mantenendo in servizio i gruppi di produzione dell’impianto, oltre al miglioramento ambientale per l’eliminazione di una delle due condotte che solcavano il pendio della vallata.
Il fabbricato è composto da due grandi spazi.
In quello sulla destra, caratterizzato da un’originale capriata che in origine accoglieva la stazione elettrica (oggi realizzata all’esterno), attualmente vengono organizzati mostre ed eventi, con periodicità nel corso dell’anno. L'ambiente a sinistra ospita i gruppi generatori.


Comune:
Valtournenche (AO)

Quota:
1342 m.slm

Entrata in esercizio:
anno 1928

Rifacimento:
anno 2002

Bacino imbrifero:
13 km2

Asta idraulica:
torrente Marmore

Opera di presa:
diga Cignana

Capacità:
16.000.000 m3

Gruppi:
n. 1 con turbina Pelton

Salto di concessione:
811 m

Portata:
3 m3/s

Potenza:
22 MW