CVA Compagnia Valdostana delle Acque

Produrre energia pulita e sostenibile da fonti rinnovabili. E’ questa la mission di Compagnia Valdostana delle Acque, società partecipata indirettamente dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta e nata nel 2000, proprietaria di 30 centrali idroelettriche, caraterizzate da 906 MW di potenza nominale complessiva e una producibilità media annua di circa 2.700 milioni di kWh.

Il costante reinvestimento degli utili ha formato una delle più solide aziende del settore, non solo italiano ma anche europeo, ponendo le solide premesse per la realizzazione di nuovi impianti finalizzati ad aumentare la capacità produttiva, sia utilizzando l’acqua, sia sperimentando la valorizzazione delle altre fonti rinnovabili come il sole e il vento.

Idroelettrico, fotovoltaico ed eolico sono quindi i campi di azione che l’azienda, holding del Gruppo CVA, ha declinato in questi anni su due assi principali, innovazione e investimento, rafforzando la sua immagine di compagine solida e capace di guardare al futuro, con una particolare attenzione all’ambiente e al territorio.

La scelta di un’energia in armonia con l’ecosistema si sposa con l’esigenza di ridurre le emissioni d’inquinanti immesse annualmente nell’atmosfera, di contribuire all’utilizzo e allo sviluppo delle fonti di energia rinnovabile, di preservare il territorio e i suoi equilibri per le generazioni presenti e future. A tale scopo CVA s’impegna al rispetto di una politica ambientale e di specifiche procedure che consentono di ottenere ogni anno la certificazione ISO 14001 di tutti i suoi impianti. Inoltre l'azienda ha ottenuto la certificazione di qualità ISO 9001 e la 18001 relativa alla salute e sicurezza sul lavoro.

Le centrali e tutti gli altri luoghi di produzione hanno una valenza non solo produttiva, ma anche paesaggistica e culturale, diventando patrimonio universale, meta di piacevoli escursioni e strumento di apprendimento sul campo, in occasione di visite guidate aperte al pubblico.