L’impianto idroelettrico di Nus utilizza, per la produzione di energia idroelettrica completamente rinnovabile, le acque del vallone Saint-Barthélemy, captate in quota con prese diverse sui torrenti Saint-Barthélemy, Chaléby e Comba d’Eche. La potenza idrica viene poi convogliata – grazie a 4 km di canale – al bacino Torre, così denominato per l’esistenza nei pressi di una torre di segnalazione medioevale.

La centrale di Nus è stata costruita nel 1951. Nel 2012 è stata oggetto di un intervento che ha permesso l’installazione di un nuovo gruppo idroelettrico, dotato di una turbina Pelton capace di erogare 7,5 MW di potenza.

Nel periodo estivo, l’impianto ha una produzione molto ridotta in quanto le acque sono utilizzate prevalentemente (attraverso una derivazione sulla condotta forzata) per l’irrigazione a pioggia dei terreni circostanti.

L’impianto di Nus, che all’origine immetteva l’energia sulla rete 132 kV con una propria trasformazione, utilizza oggi la stazione elettrica e il trasformatore del vicino impianto di Quart, collegato con la rete nazionale a 220 kV.

Guarda la gallery completa

Le caratteristiche dell'impianto

Informazioni principali

Comune: Nus (AO)

Entrata in esercizio: anno 1951

Asta idraulica: Saint-Barthélemy

Opera di presa: bacino La Tour o Saint Barthelemy

Altre informazioni

Quota: 522 m slm

Rifacimento: anno 2012

Bacino imbrifero: 69 km2

Capacità: 18.000 m3

Altre informazioni

Gruppi: n. 1 con turbina Pelton

Salto di concessione: 644 m

Portata: 1,4 m3/s

Potenza: 7,5 MW

Mappa