L’invaso di By è relativamente piccolo, di forma frastagliata, alimentato da torrenti dall’andamento sinuoso e si trova all’imbocco di una conca maestosa circondata da una corona di montagne le cui cime superano i 3.000 metri. In senso orario è possibile ammirare la Chenaille, il Vélan, la Grande Tête de By, l’Avril, il Gelé e il Morion. È un ambiente di alta montagna, formato da pascoli e boschi di conifere, amato anche dal Presidente della Repubblica Luigi Einaudi che qui trascorse alcune vacanze estive. Al bacino di By si può salire a piedi imboccando dalla frazione Glassier un sentiero, che diventa piuttosto ripido nell’ultimo tratto, oppure in mountain bike lungo una piacevole strada sterrata che parte da Doues.

Guarda la gallery completa

 

Scopri di più con i Virtual Tour

Un'esperienza coinvolgente e interattiva che ti permette di essere direttamente a By, in qualunque momento. A 360° con suoni, riprese dall'alto e caratteristiche di un ambiente completamente immerso nella natura

Mappa itinerario
Località By, Ollomont
Quota max dell’invaso 1.988 m slm
Come arrivare
In Bicicletta A piedi
Vai alla scheda impianto

Informazioni utili

Lo sbarramento di By è stato costruito alla fine degli anni Cinquanta. A forma di arco, ha un’altezza relativamente modesta (13 m) e racchiude un invaso della capacità di 33.800 m3. Le sue acque alimentano il sistema idraulico della centrale idroelettrica di Valpelline, caratterizzata da una potenza di 130 MW, e possono essere indirizzate e accumulate nella diga di Place Moulin, opera di presa principale della centrale di Valpelline. Il periodo migliore per recarsi presso lo sbarramento è quello compreso tra maggio e ottobre.

Periodo consigliato
maggio/ottobre
Periodo di costruzione
fine anni cinquanta
Collaudo
anno 1959
Tipologia della struttura
diga muraria ad arco gravità
Altezza dello sbarramento
13,15 m
Bacino imbrifero direttamente sotteso

10,40 km2

A piedi

Risalire la Valpelline fino all’omonimo capoluogo e fino a dove la valle si biforca, poi imboccare il ramo di sinistra, costeggiando il torrente Ollomont e raggiungendo l’omonimo paese, che è l’ultimo abitato di una certa consistenza che si incontrerà. Qui e nelle frazioni vicine si trovano alcuni alberghi, per chi desiderasse pernottare e ristoranti che propongono la cucina tipica valdostana. Superato Ollomont, oltre gli abitati di Rey, Vouéce e Vaud, si arriva alla frazione Glassier, all’imbocco della spettacolare conca di By, dove si trovano due parcheggi, uno prima del ponte e l’altro subito dopo. Il sentiero che porta al lago inizia circa 200 m prima dell’abitato, dove sulla sinistra si nota una bella cascata. Il primo tratto dell’itinerario è relativamente pianeggiante e conduce a un alpeggio ristrutturato. Si prosegue in direzione del torrente e, oltrepassato un ponticello, il sentiero si arrampica sul costone della montagna con numerosi tornanti fino a giungere sulla riva del lago. Al termine della salita si può godere di un panorama mozzafiato, che spazia dal verde-azzurro del lago al candore delle vette ammantate di neve. Nei pressi del bacino (1.988 m slm) si trovano alcune costruzioni e, su una di esse, una targa che ricorda i soggiorni estivi del Presidente Einaudi.

  • Località di partenza: Glassier - 1549 m
  • Segnavia: n.3
  • Dislivello: 439 m
  • Difficoltà:

In mountain bike

Se si ama la mountain bike, sarà di sicuro interesse l’itinerario verso il bacino di By che parte dall’abitato di Chatelair. Si consiglia di arrivare in auto, risalendo la vallata di Valpelline fino a Doues, poi si superano le borgate di Nollan, Coudrey, La Gerise, Chatelair, oltre la quale trovate il divieto di transito. Qui si può parcheggiare e proseguire in bicicletta. Attraversati quindi gli abitati di Champillon, Chevrère, Les Evêques, la strada presenta un primo tratto a tornanti, che porta in quota, mentre a metà percorso il sentiero degrada, per poi gradualmente risalire. Dopo aver percorso a semicerchio la parte bassa della conca, si arriva fino a quota 2.048 m slm: di qui, sulla destra, si trova la strada in discesa che conduce al bacino di By. Lo sbarramento di By è stato costruito alla fine degli anni Cinquanta. A forma di arco, ha un’altezza relativamente modesta (13 m) e racchiude un invaso della capacità di 33.800 m3. Le sue acque alimentano il sistema idraulico della centrale idroelettrica di Valpelline, caratterizzata da una potenza di 130 MW, e possono essere indirizzate e accumulate nella diga di Place Moulin, opera di presa principale della centrale di Valpelline. Il periodo migliore per recarsi presso lo sbarramento è quello compreso tra maggio e ottobre.

  • Località di partenza: Chatelair - 1445 m
  • Dislivello: 543 m rispetto al bacino di By - 603 m rispetto al punto più alto dell’itinerario
  • Difficoltà: